Thursday, February 03, 2005

Ho appeso anch'io le mie tesi sul portone in legno

All the news that's fit to parse: I am overloaded with information about information overload, so I thought I would unload on you.

If it makes you feel better, info-overload actually has been around for a long time. 'The multitude of books is a great evil,' said Martin Luther in 1569. 'There is no measure or limit to this fever for writing. Everyone must be an author; some out of vanity...others for the sake of mere gain.'

The indomitable churchman, it should be noted, was a prolific author himself.


Il post che cito è interessante, non solo perchè rilancia l'idea di Robin Good del newsmaster. Mi è piaciuta la conclusione ma anche la citazione di Lutero rispetto a questo difficile post teorico letto ieri. In effetti la nuova rivista letteraria amatoriale dei blogger è avanti coi tempi, sono alpha user che hanno già dimenticato la differenza tra realtà e finzione (senza saperlo). Promossa con riferimenti alle libertà civili, chiede 'Dov'eri' invece di 'Cosa ci hai fatto?' e così glorifica ancora il parlarsi addosso leziosamente del più e del meno, se non del nulla.

Comunque mi sembra giusta la conclusione del dotto Granieri, sempre se ho capito bene: lasciar parlare tutti e non parlar male di nessuno. Come dicono i proverbi? I silenzio è d'oro oppure vivi e lascia vivere. Tante parole per un'idea semplice sulla libertà, bastava leggere l'ultima riga del bel pezzo di Granieri (lento da assimilare). "L'uso che ne faremo, determinerà il risultato".

0 Comments:

Post a Comment

<< Home